Bassotto

Home > I nostri cani > Cani da compagnia > Bassotto

Basso, dagli arti corti, allungato, ma di figura compatta, molto muscoloso, con portamento fiero della testa ed espressione vigile del muso; il suo aspetto generale è tipico del sesso di appartenenza. Nonostante gli arti corti rapportati alla lunghezza del corpo, il bassotto non appare sgraziato, appesantito o limitato nel movimento.

Cenni storici
Il Bassotto, denominato anche Deckel o Teckel, è conosciuto fin dal Medioevo. Dai segugi (bracken) vennero progressivamente selezionati cani particolarmente adatti alla caccia in tana. Da questi cani, ad arti corti, si fissò il bassotto, riconosciuto come una delle razze da caccia più polivalenti. Esso ottiene anche eccellenti risultati in superficie, braccando la selvaggina, scovandola, e come cane per pista di sangue.

Comportamento/Carattere
Di natura affabile, né pauroso né aggressivo, con temperamento equilibrato, il bassotto è un cane da caccia appassionato, perseverante, svelto e dotato di fine olfatto.

Taglia

Bassotto Standard: circonferenza toracica superiore ai 35cm, al massimo 9kg di peso.
Bassotto Nano: circonferenza toracica superiore ai 30 e sino ai 35cm.
Bassotto Kaninchen: circonferenza toracica fino ai 30cm.

Tutte le misurazioni vanno effettuate su esemplari di almeno 15 mesi di età.

BASSOTTO A PELO CORTO

Mantello: corto, fitto, brillante, liscio ed aderente al corpo, fermo e duro. Non presenta zone prive di pelo.

Coda: sottile, coperta tutta di pelo, ma non in modo troppo abbondante. Non rappresenta un difetto una lunghezza maggiore del pelo nella parte inferiore della coda.

Colore

Soggetti unicolore: fulvo, fulvo-giallo, giallo, in tutti i casi con o senza peli neri frammisti. E’ preferibile un colore pulito ed il colore fulvo deve considerarsi più pregiato del fulvo-giallo e del giallo. Anche i cani con molto pelo nero frammisto appartengono a questa varietà e non a quella dei cani d’altri colori. Il bianco non è desiderabile, ma isolate piccole macchie sono ammesse. Naso e unghie nere; è ammesso anche il marrone-rossiccio, ma non è desiderabile.
Soggetti bicolori: nero cupo o marrone, in entrambi i casi con segni di colore ruggine o gialli (focature) sopra gli occhi, ai lati della mascella e del labbro inferiore, sul margine interno delle orecchie, sul petto, nella parte interna e posteriore degli arti, delle zampe, attorno all’ano e da qui fino a da circa un terzo alla metà della zona inferiore della coda. Il naso e unghie neri nei bassotti neri, marrone in quelli marrone.


BASSOTTO A PELO DURO

Mantello: ad eccezione del muso, delle sopracciglia e delle orecchie, tutto il corpo è ricoperto di pelo di copertura duro, uniformemente fitto e ben aderente e dotato di sottopelo. Il muso mostra una barba pronunciata. Le sopracciglia sono cespugliose. Sulle orecchie il pelo è più corto e quasi liscio rispetto al resto del corpo. La coda è dotata in modo uniforme di pelo ben aderente.

Colore: prevalentemente color cinghiale chiaro fino a scuro e anche color foglia secca, inoltre è ugualmente valido quanto precedentemente detto per i colori del pelo corto.